COSTRUZIONI E DECOSTRUZIONI DELL'IO LIRICO NELLA POESIA ITALIANA DA SOFFICI A SANGUINETI (Sammelband)


Allgemeine Angaben

Herausgeber

Christine OttDamiano FrascaCaroline Lüderssen

Verlag
Franco Cesati
Stadt
Firenze
Publikationsdatum
2015
Auflage
1
Reihe
Quaderni Italienisch 2
Weiterführender Link
http://www.francocesatieditore.com/testovis-398.html
ISBN
978-88-7667-485-3 ( im KVK suchen )
Thematik nach Sprachen
Italienisch
Disziplin(en)
Literaturwissenschaft

Exposé

Che cos’è la lirica? È possibile definire il genere lirico come un “parlare in prima persona” anche in un’epoca in cui l’io (quello lirico e quello teorizzato da psicoanalisi e post-strutturalismo) appare instabile, scisso, precario fino al punto di scomparire? Il percorso diacronico proposto da questi saggi traccia l’evoluzione dell’io lirico attraverso il Novecento italiano.
Partendo dalla crisi dell’io agli inizi del ventesimo secolo – decantazione e frantumazione dell’io che si può rivelare, per certi versi, estremamente liberatoria – si prenderanno in considerazione la varie protesi di cui l’io si serve per “rattopparsi”: un carismatico tu, citazioni e travestimenti, eventualmente anche un “corpo”.
Dalla lettura puntuale di poesie degli autori più rappresentativi del Novecento (Saba, Montale, Sanguineti, Giudici, Rosselli e altri), condotta da studiosi autorevoli, emerge uno sviluppo dalle molteplici sfaccettature.
Che sia finto o falso autentico, l’“io” di ciascuno dei poeti esaminati è sempre un originale. Nell’epoca dell’individualismo di massa, è forse una conferma rassicurante di ciò che può ancora realizzare la poesia.

Inhalt

Introduzione

Christine Ott

Costruzioni e decostruzioni dell’io lirico. Il problema della soggettività in poesia

Stefano Agosti

Io semantico e io grammaticale: due esperienze della soggettività

Alessandro Viti

Sbarbaro e Boine tra svuotamento e ipertrofia del soggetto

Marc Föcking

L’io in movimento. Lirica moderna e velocità tra de Vigny e Ardengo Soffici

Ilena Antici

Il tu montaliano tra autobiografia e figurazioni

Niva Lorenzini

L’io tra citazione e travestimento

Enrico Testa

A strappi e toppe. Il soggetto nella poesia di Sanguineti

Damiano Frasca

Declinazioni dell’io da Mario Luzi ad Amelia Rosselli

Barbara Kuhn

«questo caro sgomento mio d’esistere»: l’io sul palcoscenicodella poesia di Giovanni Giudici

Robert Fajen

Il soggetto lirico e il suo corpo (Tiziano Scarpa, Alda Merini)

Christine Ott

La (de-)costruzione del tu nella poesia di Alda Merini

Angela Oster

Canzonieri della morte. Identità e alterità nella poesia petrarchistadi Umberto Saba, Salvatore Toma, Patrizia Valduga

Gino Ruozzi

Decantazione e frammentazione dell’io nelle poesie e negli aforismidi Ferruccio Masini

Francesco Giusti

®esistenze dell’io lirico: il paradigma Montale dall’estraneitàalla resistenza interna


Anmerkungen

keine

Ersteller des Eintrags
Christine Ott
Erstellungsdatum
Donnerstag, 04. Februar 2016, 13:07 Uhr
Letzte Änderung
Freitag, 05. Februar 2016, 21:34 Uhr