Chi era Beatrice? Teoria e allegoria del cosmo nella poesia di Dante (Monographie)


Allgemeine Angaben

Autor(en)

Prof. Dr. Wilhelm Pötters

Verlag
Aracne
Stadt
Rom/Mailand
Publikationsdatum
2018
Reihe
Dante nel mondo 11
Weiterführender Link
http://www.aracneeditrice.it/index.php/pubblicazione.html?item=9788825514889
ISBN
978-88-255-1488-9 ( im KVK suchen )
Thematik nach Sprachen
Italienisch
Disziplin(en)
Sprachwissenschaft, Literaturwissenschaft
Schlagwörter
Dante

Exposé

Nella Vita nova Dante identifica l’essenza di Beatrice col numero 9 intendendolo come simbolo del cosmo, la cui radice sarebbe il 3 della divina Trinità. Analizzata alla luce di altri segni numerici attribuiti alla protagonista, questa definizione fornisce gli strumenti per una nuova esegesi della Comedìa. Infatti, con tale approccio si può ricostruire dalla struttura profonda del poema un tractatus sphaerae dedicato alla sistematica ricerca di due chiavi matematiche della cosmogonia: il principio della circolarità e la legge della sezione aurea. In virtù dei suoi segni astratti, la guida del Poeta si rivela dunque essere, in un preciso senso scientifico, l’incarnazione dell’ordine circolare e della perfetta bellezza che regnano nella Creazione (in quella divina e in quella poetica).

Wilhelm Pötters ha insegnato Linguistica e Storia delle lingue romanze presso l’Università di Würzburg e l’Università di Colonia. Dopo primi lavori dedicati al francese e alle lingue iberoromanze, negli ultimi decenni ha rivolto la sua attenzione alla lingua e letteratura italiana dei primi secoli. Nei suoi saggi si trattano argomenti centrali dell’epoca: origine del sonetto, sintassi e tecnica narrativa nel Decameron, struttura delle Rime di Petrarca, ermetismo ed ermeneutica della poesia di Dante.


Anmerkungen

2 Bd.

Ersteller des Eintrags
Robert Hesselbach
Erstellungsdatum
Dienstag, 11. September 2018, 10:05 Uhr
Letzte Änderung
Samstag, 15. September 2018, 17:56 Uhr