Stadt: Pescara (Italien)

Frist: 2020-03-31

Beginn: 2020-06-03

Ende: 2020-06-04

Giornate di studio

Le banche dati sulle traduzioni di letterature straniere in Italia

Università ‘Gabriele d’Annunzio’ di Chieti-Pescara, 3-4 giugno 2020

Nel corso degli ultimi vent’anni numerosi progetti di ricerca hanno incluso una mappatura delle traduzioni italiane di letteratura straniera: dagli spogli ancora cartacei contenuti negli atti del convegno organizzato da Edoardo Esposito Le letterature straniere nell’Italia dell’entre-deux-guerres (2003), alla recente banca dati digitale LTit – Letteratura tradotta in Italia (www.ltit.it, 2018). Data l’enorme quantità di dati da raccogliere e organizzare, si tratta di tentativi ancora necessariamente parziali, ma che nel loro complesso cominciano a dare un quadro ampio e assai articolato della mediazione di letterature straniere nel nostro paese. Non tutto questo lavoro di schedatura, però, è pubblicato, o agevolmente accessibile. Molte banche dati sono consegnate a cd-rom o ai laboratori digitali delle università, e perfino, soprattutto quando sono frutto di ricerche individuali come tesi di dottorato o post-dottorato, a file personali (excel, access, word).
Le giornate di studio promosse dal Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dell’Università di Chieti-Pescara intendono costituire un momento di confronto e riflessione sul lavoro fatto fin qui, e di elaborazione di proposte per proseguirlo. A partire da brevi interventi di 10-15 minuti dedicati a ciascun progetto di ricerca (titolo e storia del progetto di ricerca, tipo di traduzioni schedate, tipo di dati rilevati, arco cronologico, numero totale di schede realizzate, software utilizzato, supporto di conservazione, stato attuale e prospettive del progetto) si tenterà di costruire una sorta di anagrafe delle banche dati esistenti, per poi discutere su eventuali possibilità di collaborazione.
Tra le questioni all’ordine del giorno ci saranno: la possibilità di attivare collaborazioni strutturali tra progetti in corso (inclusi quelli di digitalizzazione di riviste o monografie non necessariamente focalizzati sulla traduzione); la possibilità di raccogliere o coordinare in qualche forma le diverse banche dati (attraverso un sito di raccordo, o facendole convergere su un’unica piattaforma); la possibilità di redigere in collaborazione un progetto nazionale o internazionale (PRIN, ERC, ecc.) allo scopo di ottenere fondi per conservare e rendere disponibili i dati, ed eventualmente per ampliare le ricerche. Alla discussione, che si vuole aperta e fattiva, prenderanno parte anche esperti informatici.
L’incontro si svolgerà, in due giornate, mercoledì 3 giugno (ore 14.30-18.30 ca.) e giovedì 4 giugno (ore 9.00-18.30 ca.). La sede del Dipartimento è Viale Pindaro, 42, 65127 Pescara.
*
Se interessati, si prega di inviare entro il 31 marzo 2020 il un abstract di max. 1.000 battute a: letteraturatradotta@gmail.com.
*
gli organizzatori
Michele Sisto (Pescara), Carlo Martinez (Pescara), Anna Antonello (Pescara), Nicola Paladin (Pescara); Anna Baldini (Siena), Antonio Bibbò (Trento), Sara Culeddu (Venezia), Sara Sullam (Milano), Daria Biagi (Padova), Irene Fantappiè (Berlino), Stefania De Lucia (Roma).

Beitrag von: Irene Fantappiè

Redaktion: Christoph Behrens